Close
In offerta!

1946. Il delitto dell’Esquilino

15,00  14,25 

Italo Lunardi è il commissario più giovane d’Italia. Empatico e ironico. È a capo della stazione di polizia dell’Esquilino, storico quartiere di Roma, a ridosso delle mura Aureliane.
Nel 1946 l’Italia è ancora segnata dalle ferite di una guerra tragicamente perduta, in cui le leggi in vigore sono ancora quelle emanate nel ventennio della dittatura.

pp. 238

Disponibile

COD: ISBN 978-88-32100-14-3 Categoria: Tag: Product ID: 260

Descrizione

« […] − Salvatore, che succede? − Italo, ho trovato…
− Il famoso anello di smeraldo dell’imperatore?
− Non proprio, ho trovato un dito.
Senza dire altro cominciarono a spostare altra terra; quando vennero alla luce le falangi di una mano, si fermarono increduli. Lì sotto c’era uno scheletro umano!»

Italo Lunardi è il commissario più giovane d’Italia. Empatico e ironico. È a capo della stazione di polizia dell’Esquilino, storico quartiere di Roma, a ridosso delle mura Aureliane.
Nel 1946 l’Italia è ancora segnata dalle ferite di una guerra tragicamente perduta, in cui le leggi in vigore sono ancora quelle emanate nel ventennio della dittatura.
Nel corso delle indagini su un delitto, apparentemente banale, Lunardi dovrà affrontare non pochi conflitti interiori che non gli impediranno di applicare la legge con spirito di giustizia ma con criteri molto personali. Il nuovo nato dalla penna di Annamaria Villani è un giallo che vi terrà incollati al libro dalla prima all’ultima pagina.

Annamaria Villani è nata a Roma il 29 agosto 1946.
Con Emia Edizioni ha pubblicato Le righe del mio quaderno, Il mondo di Bimba e altre storie e La pazienza del ragno. Questo è il suo secondo romanzo.