Close
In offerta!

Adrestia

12,00  11,40 

Lieve suona il gong
sospinge in avanti le ore
soffiate via alle notti,
Adrestia volta tra le braccia
negli scintillii delle luci
sui tetti d’un monte acceso.

pp. 88

Disponibile

COD: ISBN 978-88-32100-31-0 Categorie: , , , Tag: Product ID: 2263

Descrizione

Giulia Romaniello è dotata di una penna che dà tumulto. Non sfugge la sua poesia al quotidiano flusso del tempo. Che, bello o brutto che sia, sta lì in continua e incessante evoluzione. Ora dissenso, a tratti sovvertimento, fra breve quiete, ebbene distensione. Il suo incedere di inchiostro ha l’andatura della mitologica Adrestia, la leggendaria, controversa, figlia greca, passata alla storia del mito per aver scortato in guerra suo padre, Ares, il dio dal quale, parafrasando le parole in versi dell’Iliade, Zeus invita a futura memoria di diffidarne sempre. Per via di quell’equilibrio in perenne sospensione temporale e spaziale che fa del bene e del male la misura, prima ed ultima, di un senno in continua battaglia interiore. E dove l’esteriore conta per dimensione di sostanza che sopraggiunge a forma.

Giulia Romaniello, nata a Roma il 24 maggio 1977, dopo studi commerciali si dedica alla poesia, che ama in tutte le sue forme. Nel 1991, a soli 14 anni, vince un premio letterario del quotidiano “Il Messaggero”. Ha pubblicato poesie su una rivista di zona e sul blog “lavocedeisenzavoce”. Nel 2019 è stata edita la sua prima raccolta, Respiro, da ChiPiùNeArt Edizioni. Nel 2021 una sua poesia entra a far parte dell’antologia del gruppo letterario nato in rete “Condividendo poesia”.

Informazioni aggiuntive

Dimensioni 200 × 130 cm